lunedì 5 marzo 2012

Schiacciata al cavolo nero e gota di cinta senese


Ingredienti per la pasta:250 gr di farina integrale bio,250 gr di farina di grano duro bio,un pizzico di sale, un cucchiaio di zucchero mascobado bio, 1 bustina di lievito di birra secco 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Condimento:8 fettine di gota di cinta senese,1 etto e mezzo di pecorino toscano stagionato, un mazzetto di cavolo nero lavato e privato della costola centrale,una manciata di germogli di cavolo nero, un grosso spicchio d'aglio, un pizzico di semi di finocchio frantumati, un pizzico di peperoncino in polvere, olio extravergine di oliva, sale uno spicchio di limone.
Per la pasta: mescolare bene gli ingredienti le due farine con il sale lo zucchero il lievito e l'olio.Aggiungere acqua tiepida fino a formare una pasta abbastanza morbida e metterla a lievitare in una ciotola coperta con un tovagliolo per almeno mezz'ora. Nel frattempo lessare per circa 10-15 minuti il cavolo nero in acqua bollente salata. Preparare anche l'olio aromatizzato mischiando insieme 4 o 5 cucchiai d'olio,l'aglio spremuto con lo spremiaglio, il sale il peperoncino e i semi di finocchio.Quando la pasta sarà lievitata stenderla in una teglia coperta di carta da forno in una forma allungata e stretta. Lasciarla lievitare stesa per 20 minuti. Passato questo tempo ungere la superficie con abbondante olio extravergine e spargervi sopra il pecorino tagliato a fettine e sbriciolato con le mani lasciandone un pugnello da parte stendervi sopra le foglie di cavolo nero lessato e le fettine di gota di cinta senese. Condire il tutto con l'olio aromatizzato e lasciar riposare per un quarto d'ora. Infornare nel forno preriscaldato al massimo (250°) per circa 15-20 minuti. Sfornate la schiacciata  e guarnitela con il formaggio messo da parte e i germogli di cavolo nero precedentemente conditi con un filo d'olio una spruzzatina di limone e un pizzichino di sale. Tagliare in triangoli e servire subito

3 commenti:

Max ha detto...

L'arte è il piacere di dipingere li metti nel piatto...ti faccio tanti complimenti sia per il blog che per le preparazioni che ho visto...lo stracotto e le polpettine meritano molto...ciao e a presto.

angela ha detto...

grazie ,sono alle prime armi con il blog ed ogni commento mi fa enormemente felice
ciao e torna a trovarmi
angela

sandra ha detto...

E sono sempre io, ma non posso non lasciarti un altro commento: ha ragione Max l'arte e il dipingere tu lo metti nel piatto. C'è un amore in questa schiacciata che esce fuori dalle foto!!!